Come comprimere dimensioni video senza perdere di qualità

Le dimensioni eccessive dei file rischiano di compromettere ogni processo di editing, questo discorso vale in tutti i campi creativi quando si tratta di dover lavorare con una o più risorse. Nella grafica, nella modellazione, nelle presentazioni e così via.

In un altro post abbiamo visto come è possibile ridurre il peso delle immagini, qui invece vedremo come ridurre il peso dei video. Anche drasticamente e senza effetti visibili sulla qualità.

comprimere immagini online

Perchè è soprattutto nei video, che il rischio di trovarsi a gestire Giga e Giga di materiali rischia di tramutarsi in un vero problema che pochi computer si possono permettere. Capire come ottimizzare e comprimere le dimensioni di un video è quindi fondamentale.

Ora ti andrò ad elencare alcuni tra i migliori strumenti per diminuire il peso dei tuoi file video, ma il mio consiglio più importante è sempre quello di cercare di ottimizzare il processo in fase di produzione (se sei te che stai girando).

Per esempio chiediti se è fondamentale girare in 4K, il più delle volte non è necessario. Poi considera di fare o selezionare tanti brevi video piuttosto che un video unico molto lungo. Se puoi. Infine, come per le foto, cerca di filmare o selezionare solo i filmati che veramente ti servono. In questo modo risparmierai tempo e ti sarà più facile gestire il tutto.

video stock gratuiti

Concludo dicendoti due cose: la prima è che il mio strumento preferito tra questi di seguito è Media Encoder, che però è un prodotto di Adobe e quindi a pagamento*. La seconda è che se sei alla ricerca di video stock, anche gratuiti, allora non puoi non leggere questo post in cui raccolgo i migliori siti dove trovare video stock da utilizzare nei tuoi progetti.

*Uso Media Encoder perchè mi è più comodo, ma ti assicuro che anche gli altri strumenti che qui ti elenco vanno benissimo.

I migliori strumenti per ridurre le dimensioni di un video online e offline

Handbrake

Handbrake è l’unico tra questi strumenti che richiede di essere scaricato, ma niente paura, è un software leggero e open source che fa il suo dovere alla perfezione e non pone alcun watermark sui video compressi.

Clipchamp

Clipchamp è uno strumento online molto valido che tra le varie cose fa anche quella di comprimere le dimensioni dei video. L’interfaccia è molto semplice ed è tutto online. Si ha a disposizione una quota mensile di video al mese da fare gratuitamente, ma dopo un certo valore bisogna acquistare una licenza (molto economica).

Media Encoder

Media Encoder fa parte dei prodotti di Adobe e personalmente lo ritengo uno strumento indispensabile per l’esportazione o la compressione dei video. Sia che voi stiate lavorando in After Effects o in Premier, Media Encoder sarà un validissimo alleato per mantenere le dimensioni dei vostri video a livelli accettabili senza comprometterne minimamente la qualità.

guida After Effects

Video smaller

Video smaller è uno strumento online che vi permette di ridurre la dimensione dei video (massimo 500 mb) online e in totale libertà.


Spero che questa lista su come ridurre dimensioni video online ti sarà utile!

Condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
LucaOnniboni

LucaOnniboni

Laureato in Architettura Ambientale ed esperto in comunicazione digitale. Oltre che di Marketing For Architects, è fondatore di Archiobjects e Objects., due riviste online dedicate al mondo dell'architettura/design e della cultura contemporanea.
Podcast comunicazione architettura e design

Related Posts

Studi Architettura Roma

I principali studi di architettura a Roma (30+) – Tutti i contatti

Quali sono i principali studi di architettura a Roma?  Con chi collaborare, a chi proporre i propri prodotti e a chi inviare il proprio CV? Dopo aver realizzato la lista dei più autorevoli studi di Milano, in quest’altra lista, ti elencherò i migliori studi di architettura di

7 App per imparare le lingue online

Conoscere altre lingue oltre la propria è qualcosa che sta diventando sempre più comune e sempre meno “straordinaria”. Se si vuole lavorare all’estero, o collaborare