Palette di colori, i migliori siti dove trovarle o crearle da zero

palette di colori

Spesso ci troviamo di fronte a situazioni in cui dobbiamo creare una palette di colori e scegliere uno o più colori da accostare. Ogni volta sprechiamo un sacco di tempo a fare prove e tentativi fino a trovare ciò che veramente ci convince. Questo perchè non tutti abbiamo la saggezza di Joseph Albers e la sua padronanza sulla teoria e interazione tra i colori.

Tuttavia, come per molti altri campi (100+ online tools per architetti e designers) esistono dei tool fatti apposta anche per creare delle bellissime palette e per trovare ispirazione creativa.

Risorse online Architetti

Lo potrete fare estraendo i colori da una foto a vostra scelta o scegliendo tra le palette di colori già testate da altri grafici. I modi per crearle sono davvero tanti e vedrete che utilizzando questi strumenti avrete a disposizione una vastissima scelta di palette tra cui decidere.

I migliori siti dove trovare palette di colori

Qui di seguito una selezione di alcuni siti che mettono a disposizione, direttamente online, i migliori tool in circolazione per trovare le migliori scale di colori per le tue creazioni o per la tua immagine coordinata.

Colordot

Adobe Color

palette di colori

Colormind

Palette di colori

Coolors

Canva Palette Generator

Colorhunt

Le migliori App per creare palette di colori

Oltre ai siti web che abbiamo appena elencato ci sono anche le app. Per tutti coloro che lavorano direttamente sullo smartphone o che hanno bisogno di essere pià flessibili.

Qui di seguito ti elenco alcune app, tutte gratuite, con cui potrai creare palette di colori anche a partire dalle tue foto. Palette che poi potrai utilizzare nelle tue creazioni o per qualsiasi altro scopo come presentazioni, biglietti, illustrazioni etc.

Real Colors

iOS – Android

app palette

Palette

Android

app palette di colori

Color Viewfinder

iOS

app per creare palette di colori

Palette Cam

iOS

app palette di colori

Pantone Studio

iOS

app pantone

 


 

Con questi strumenti sappiamo ormai come creare nuovi colori, accostarli e creare così bellissime palette da usare nelle nostre grafiche, nelle nostre presentazioni o nei nei nostri progetti.

Tuttavia a volte capita di impostare il lavoro in un certo modo in un file digitale, e poi quando ci arriva la stampa non è come ce l’aspettavamo. Questo è dovuto al metodo di colore che ora ti introduco brevissimamente.

Come non avere sorprese con i colori

Che tu stia importando una palette di colori esistente o ne stia creando una nuova, stabilire fin da subtio il metodo colore è un molto importante per evitare sorprese e ottenere la giusta resa cromatica dei colori scelti.

Come forse sai, i due principali metodi colore sono RGB e CMYK. Ma come scegliere il più adatto a quello che stai facendo? Semplice. Devi solo chiederti come verrà utilizzato il tuo elaborato. Se la grafica è per il web o per il video, allora scegli RGB, mentre se lo dovrai stampare opta per il CMYK.

differenza tra rgb cmyk
Un’immagine esplicativa da printplace.com

Se per caso per cultura personale vuoi sapere perchè agire in questo modo, te lo spiego subito.

Il metodo di colore RGB

R sta per Red, G sta per Green e B sta per Blue. In questo caso, tutti i colori provengono dalla somma di questi. Compresi il bianco (ottenuto dalla somma dei tre) e il nero (ottenuto dalla loro assenza)

Il metodo colore RGB è adatto per il web/video perché praticamente tutte le tipologie di schemi usano questo metodo. Quindi quello che stiamo progettando a schermo (su Illustrator, Photoshop etc) sarà esattamente quello che vedremo su un altro schermo una volta esportata il nostro file con relativa palette di colori.

Il metodo di colore CMYK

Il modello CMYK è invece un metodo colore a sintesi sottrattiva, ovvero la definizione dei colori si ottiene attraverso la regolazione della luminosità di ciascuno di essi.

Questo metodo è chiamato quadricromia perché appunto è composto dai quattro: Ciano, Magenta, Yellow e blacK. In questo caso è stato aggiunto il nero poiché la somma dei primi tre colori CMY da il Bistro (un marrone).

Il metodo CMYK è adatto per la stampa per il semplice motivo che è quello che utilizzano la maggior parte delle stampanti.

Come cambiare metodo di colore in un file già in uso?

  • In photoshop vai su Immagine > Metodo > Lì scelgo
  • In Illustrator vai su File > Metodo colore documento > Lì scelgo

Considera che l’RGB presenta dei colori più vivi e accesi, mentre il CMYK ha una resa più tenue. Quindi, tutte quelle volte che la stampa ti è sembrata diversa rispetto a quanto avevi a schermo era semplicemente perchè era avvenuta una conversione da RGB a CMYK.

 


 

Prima di concludere, visto che siamo in tema, ti segnalo @cinemapalletes, un fantastico account Instagram che partendo dal fermo immagine di alcuni film famosi, elabora delle palette di colori dedicate. Ne avevo parlato su Objects. tempo fa.

Palette di Colori
Un fermo immagine da The Truman’ Show dall’account @cinemapalettes

Se stavi cercando un tool online per creare una palette di colori sono sicuro che sarai rimasto soddisfatto dalla lettura di questo post. Se conosci un altro strumento o tecnica o se hai qualche altra domanda, non esitare a scrivere nei commenti!

Sono convinto che eri alla ricerca di palette di colori per le tue grafiche, i tuoi progetti o qualsiasi altro lavoro, ora hai trovato ciò che cercavi.

Non esitare a commentare se hai bisogno o per segnalare altre risorse che potrebbero essere utili ai futuri lettori!

Condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
LucaOnniboni

LucaOnniboni

Laureato in Architettura Ambientale ed esperto in comunicazione digitale. Oltre che di Marketing For Architects, è fondatore di Archiobjects e Objects., due riviste online dedicate al mondo dell'architettura/design e della cultura contemporanea.