Come iniziare a scrivere e superare il blocco iniziale

Ci sono passato anch’io qualche anno fa quando ho iniziato scrivere post e articoli – ora non dico che mi sento un veterano o che non ho più bisogno di consigli come questi – ma sicuramente negli anni, strada facendo, ho imparato una serie di trucchi ed accumulato una buona dose di esperienza per quanto riguarda lo scrivere online.

Scrivere online non è paragonabile a scrivere un romanzo o a scrivere un saggio chiaramente, esistono tutto un altro tipo di dinamiche, sia dal punto di vista di chi scrive, sia dal punto di vista di chi legge.

Le modalità di fruizione, così come anche lo stesso scopo di lettura cambia enormemente a seconda del mezzo. Se per esempio ci capita di scrivere un contenuto online dovremo sicuramente tenere in conto che il futuro lettore magari utilizzerà uno smartphone per fruirne, o che magari la sua attenzione sarà incredibilmente debole e salterà semplicemente da un paragrafo all’altro senza molto senso talvolta.

Questa è la verità, pensiamo a come leggiamo di solito sul web.Per come la vedo io, scrivere sul web è quindi sensibilmente più semplice dello scrivere un romanzo. Le aspettative del lettore sono molto più basse, spesso si vogliono comunicare informazioni o storie, non tanto poesia e narrazione. Inoltre, molto spesso la cosa che promuove di più e la semplicità la facilità di lettura.

Forse un giorno scriverò un romanzo, forse un saggio, ma oggi quello che più mi preme è riuscire a comunicare alle persone nel modo giusto e nei tempi giusti – e se riesco a farlo rispettando i valori e i principi di una buona scrittura corretta, seppur semplice, allora va benissimo anche questo nuovo modo di scrivere. Anche se magari ai critici letterari o gli accademici potrà apparire troppo banale. Io la penso così, ogni situazione ha le sue specificità dopotutto. 

In ogni caso qui di seguito ho raccolto per te una serie di consigli, aneddoti ed esperienze che possono aiutarti a farti fare il salto di qualità, e a farti sbloccare se hai intenzione di scrivere. Non importa se vuoi scrivere sul tuo blog personale, se devi creare contenuti per la tua azienda, o se devi semplicemente scrivere delle caption di Instagram più lunghe.

Sono alcuni punti che ti aiuteranno a far scorrere le tue parole sulla carta sullo schermo. Non ti parlerò di copywriting o di tecniche di persuasione, per quello ci sono molti altri contenuti online, Ti parlerò invece dei modi in cui puoi fare uscire quello che pensi e di come metterlo nero su bianco. Buona lettura e buona scrittura!

Non bisogna piacere a tutti

Il primo punto che ci tengo condividere è che non bisogna piacere a tutti. Questa è forse la cosa più difficile da farsi entrare in testa, ma è anche la più fondamentale. Nello scrivere online così come in tutte le altre attività che presuppongono un rapporto con il pubblico, piccolo o grande che sia, occorre esserne consapevoli.

Ci sarà sempre qualcuno che la pensa diversamente, ci sarà sempre qualcuno che ti criticherà, e forse ci sarà anche qualche invidioso che non vedrà l’ora che tu fallisca. Tu però non preoccuparti. Devi essere consapevole dei tuoi mezzi e delle tue qualità. Ricordati che devi lavorare solo su te stesso. Accetta le critiche, fanne tesoro, ma non lasciare mai che nessuno agisca ho ragioni al posto tuo. Ovviamente ci saranno anche tanti tuoi fan, quindi concentrati su di loro. E vedrai che andrà molto meglio.

La cosa più importante sono i contenuti

Esiste il copywriting, esistono le tecniche le persuasione, esistono le immagini, esistono i video, esistono i trucchi e così via, ma la cosa più importante di tutte è il contenuto – ovvero quello che hai da dire.

Non esiste una formula per il successo nella scrittura, ma se hai qualcosa di interessante da dire sicuramente avrai molte più possibilità che questa sia letta, condivisa e apprezzata dai lettori. Quindi piuttosto che sulla forma, sui modi o sugli altri, concentrati sui contenuti e su quello che hai da dire.

Se ti riesce più semplice scrivi a mano

Io personalmente faccio fatica a scrivere se devo digitare lettere sulla tastiera, anche se questo mi riesce benissimo e lo faccio molto velocemente. Avere un passaggio non diretto dalla mia mente al foglio è un qualcosa che minimamente mi disturba.

Quando scrivo a mano, le parole è come se non subissero mai interruzioni e il loro flusso rimane costante fintanto che ho qualcosa da dire. Scrivere su un foglio e poi trascrivere il tutto a computer non è sicuramente processo più veloce, ma se è quello che ti riesce meglio, allora adottalo senza timori, impiegherai un po’ di tempo all’inizio, ma il risultato finale sarà migliore.

Puoi usare la voce dettando ad un assistente virtuale

Un altro metodo che utilizzo personalmente, soprattutto quando si parla di post o articoli abbastanza lunghi (come questo), è quello di usare un assistente vocale. Non sto parlando di Alexa o di Google Home, ma di uno dei tanti servizi di dettatura che la tecnologia ci mette a disposizione.

Per esempio ora sto usando l’assistente vocale del mio MacBook Pro. I progressi in questo settore sono stati veramente eccezionale negli ultimi anni e ora sto dettando come se stesi parlando ad un amico! Ovviamente gli errori di battitura non mancano, ma verranno tutti corretti in 1+ che utile mia revisione.

Usa l’App Danger notes

Questa App che si chiama Dangerous note l’ho scoperta recentemente. Il suo funzionamento è estremamente semplice quanto senza scrupoli. Essenzialmente si tratta di un blocco appunti digitale che ti concede di salvare le tue note solamente se non ti fermi mai a scrivere.

Se per caso ti blocchi mentre stai scrivendo un pensiero o una nota – e passano quei due o tre secondi di troppo – la nota viene eliminata e tutto ciò che hai scritto fino a quel momento è perduto. L’ho provata e devo dire che la minaccia di perdere tutto è una motivazione più che valida per farti buttare fuori tutto e subito. Poi avrai sempre tempo di sistemare e mettere a posto, intanto ti ritrovi davanti ho un lungo testo. Geniale.

Scrivi solo ciò che ti senti 

Molto spesso parlo con persone che vorrebbero scrivere ma non sanno quale argomento trattare, quello che rispondo sempre in questi casi è di scrivere solo di ciò che ci si sente.. Se stai leggendo questo articolo è probabile che tu non sia un giornalista un professionista. In quei casi devi saper scrivere, anche velocemente, di qualsiasi argomento a seconda delle necessità.

Nel caso di scrivere online, per un blog per esempio, ma anche per il blog aziendale, avrai la possibilità di scegliere tu stesso il tema e la modalità di scrittura.

Quindi non perdere tempo a sforzarti inutilmente a scrivere su qualcosa che non è nelle tue corde. Oltre a bloccarti irrimediabilmente, difficilmente produrrai risultati soddisfacenti, soprattutto se è uno dei tuoi primi testi. Parti da ciò che ti ispira di più, dalle tue passioni, e dalle tue esperienze. Una volta che avrei preso confidenza, buttati in altri campi.

Prima di iniziare pensa ad una scaletta

Mi ricordo che il mio professore di italiano al liceo ci diceva sempre di creare una scaletta, anche solo mentale, di quello che avremmo scritto nel tema.

Soprattutto nel caso di lunghi testi, avere un’idea di come si vuole strutturare il contenuto è fondamentale per non perdersi per strada e per non divagare in contenuti non attinenti. Magari le prime volte segnati i macro argomenti su un foglio, parti dalla introduzione, magari inserisci un paragrafo con la tua esperienza, parla di una notizia sul tema di riferimento, e poi racconta quello che devi. Infine non dimenticarti la conclusione. Può sembrarti banale, ma molto spesso è di notevole aiuto.

Pensa cosa e come ti piacerebbe leggere se fossi tu a leggere quello che stai per scrivere

Nello scrivere, così come in tantissimi altri settori, immedesimarsi nel lettore è quanto di più utile tu possa fare. Tu stesso leggi, probabilmente, centinaia e centinaia di testi a settimana, anche se sono testi della pubblicità, anche se sono istruzioni, anche se sono mail sul lavoro, si tratta sempre di testi.

Prova a pensare a cosa ti piace e a cosa non ti piace. Prova a pensare a quali testi leggi più facilmente e piacevolmente e quali proprio non sopporti. Tutto ciò che deduci e impari cerca di portarlo nella tua scrittura, non fare gli stessi errori.

Si impara strada facendo

Tanto più scriverai, tanta più confidenza acquisirai. Come in ogni professione si impara strada facendo. Il miglior esercizio è scrivere, leggere, studiare e valutare i consigli che ti vengono dati. Non è una corsa colto contro il tempo, quindi rilassati. L’importante è far tesoro della tua esperienza e di quella altrui condivisa!

È un patrimonio che terrai per sempre se vorrai

I motivi che ci portano scrivere sono davvero innumerevoli. Ognuno ha i suoi e possono essere personali o di lavoro, ma in ogni caso una delle cose più belle della scrittura è che rimane può rimanere per sempre. Inutile che te lo dica io, ma tutto ciò che scriverai rimarrà sempre con te, e magari condiviso con altri, per molto, molto tempo.


Spero davvero che questo post ti possa essere utile per incominciare a scrivere o per scrivere con più confidenza. Fai tesoro di tutti questi consigli e non permettere a nessuno di ostacolare le tue ambizioni o i tuoi desideri. Ma soprattutto pensa a divertirti.

Perché se non lo fai per lavoro, allora la prima cosa a cui pensare è il piacere della scrittura. Se invece lo fai per lavoro, cerca comunque di ricordare per quanto possibile, la passione che ti ha spinto in questo settore. Scrivi nei commenti se hai domande, dubbi, o se desideri aggiungere qualcosa a questa lista, come sempre sono assolutamente aperto a feedback, commenti etc.

Condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
LucaOnniboni

LucaOnniboni

Laureato in Architettura Ambientale ed esperto in comunicazione digitale. Oltre che di Marketing For Architects, è fondatore di Archiobjects e Objects., due riviste online dedicate al mondo dell'architettura/design e della cultura contemporanea.
Podcast comunicazione architettura e design

Related Posts

Studi Architettura Roma

I principali studi di architettura a Roma (30+) – Tutti i contatti

Quali sono i principali studi di architettura a Roma?  Con chi collaborare, a chi proporre i propri prodotti e a chi inviare il proprio CV? Dopo aver realizzato la lista dei più autorevoli studi di Milano, in quest’altra lista, ti elencherò i migliori studi di architettura di

7 App per imparare le lingue online

Conoscere altre lingue oltre la propria è qualcosa che sta diventando sempre più comune e sempre meno “straordinaria”. Se si vuole lavorare all’estero, o collaborare