Gli strumenti di comunicazione e business di cui non farei mai a meno

Strumenti di comunicazione

Qui in Marketing for Architects condivido spesso e volentieri consigli e strategie per fare comunicazione e business. Mi rendo conto però, che purtroppo le cose a volte sono troppe e il lettore magari non riesce ad andarle a investigare tutte per capire di quale ha veramente bisogno.

Anche per questo ho creato il marketplace, dove ho raccolto le migliori risorse di Mfa e sto sviluppando la pagina daily tools – oltre ad aggiornare la homepage in modo da offrire una veduta d’insieme dei contenuti di questo sito.

Oltre a questo ho pensato di realizzare un post, questo, in cui elencavo quelli che per me sono gli strumenti migliori ed essenziali per il mio lavoro quotidiano. Non un compendio di tutti gli strumenti per ciascun settore quindi come solo solito fare nei post lista nella categoria risorse, ma una vera e propria selezione di ciò che io effettivamente uso.

Rimane il fatto che comunque consiglio a chiunque di sengarsi tra i preferiti i propri strumenti, quelli più adatti alle proprie esigenze e quelli più utili per le sue attività.

Io personalmente uso questi tools sia al lavoro (marketing e comunicazione per studi di architettura e anche un po’ di grafica), sia per le mie attività collaterali come gestire le riviste online di cui mi occupo (mfa, objects. e archiobjects)

Sicuramente alcuni di questi strumenti farannno anche al caso tuo, ma altri invece no. Inoltre ce ne saranno comunque altri ancora che potrebbero tornarti molto utili a te specificatamente.

Gli strumenti di cui non farei mai a meno:

Adobe Creative Cloud

Per Adobe Creative Cloud intendo il panorama dei software di editing di Adobe. Nello specifico Photoshop, Illustrator, Indesign, After Effects e Premier Pro. Senza questi strumenti mi sentirei praticamente perso e non saprei come realizzare gran parte delle grafiche, dei video, ma anche delle pubblicazioni che faccio. Averli è un bell’investimento, però ne vale assolutamente la pena. Indispensabile.

Google Drive

Una volta usavo dropbox, ma per una serie di motivi (non perchè mi trovassi male con dropbox) sono passato a Drive e devo dire che non posso lamentarmi di nulla. Per chi non lo sapesse trattasi di un servizio di cloud storage e di sincronizzazione su più dispositivi. Praticamente tutta la mia libreria, foto comprese, sono in cloud. Questo mi permette di poter lavorare agli stessi file tramite computer diversi e di avere tutto a portata di mano (letteralmente) anche con lo smartphone. Necessario.

WordPress

WordPress è uno dei CMS più diffusi al mondo e anche il mio preferito. E’ la piattaforma con la quale ho costruito tutti i siti che mi è capitato di sviluppare, compreso Marketing For Architects. WordPress è semplicemente funzionale, completo, flessibile e ha abbastanza utenti da poter trovare indicazioni e istruzioni su come risolvere eventuali problemi su apparentemente qualsiasi cosa tu possa immaginare. Insostituibile.

Elementor

Si tratta sempre di webdesign, questa volta dal putno di vista grafico. Ultimamente mi sono completamente invaghito di Elementor, anche della sua versione Pro a pagamento, per il semplice fatto che con questo plug in è possibile personalizzare ogni sito in ogni sua minima parte, senza bisongno di saper scrivere neanche una minima riga di codice. E’ uno strumento eccezionale che ha dato la possibilità a migliaia e migliaia di appassionati di web design e comunicazione come me di poter esplorare la progettazione completa di nuovi siti web. Imprescindibile.

Later

Negli anni ne ho provati tanti, e con diversi di essi mi sono trovato sicuramente molto bene, ma se mi dovessero chiedere qual è il miglior strumento di social publishing che conosco allora non esiterei neanche un secondo nel dire Later. Grazie a questo strumento è possibile gestire le pubblicazioni attraverso i principali social network e al tempo stesso ottenere tutta una serie di funzionalità aggiuntive difficili da trovare altrove. Aiutante.

Feedly

Sarà perchè è una passione, sarà perchè fa parte del mio lavoro, ma stare aggiornato sulle notizie del mondo fa parte della mia routine quotidiana. Feedly è un aggregatore di notizie come ce ne sono molti altri, ma personalmente ritengo che sia il migliore o comunque quello con cui ho più confidenza dopo anni e anni di utilizzo.

Google Keep

Google Keep è un semplice blocco note digitale che si aggiorna instantaneamente su tutti i dispositivi nel quale è sincronizzato e su cui puoi contare in ogni momento se vuoi appuntarti qualcosa (anche audio o anche link web) per poi andarla a riprendere in un secondo momento.

Unsplash

Probabilmente il sito più famoso al mondo quando si tratta di recuperare belle immagini prive di diritti da poter riutilizzare liberamente. La qualità degli scatti è davvero incredibile e anche la funzione search è ottima. Dal momento che non mi piace essere uno di quelli che prendono senza offrire nulla, ho anche io la mia pagina dove regalo alla community alcune mie foto.

Flaticon

Se mi serve un’icona allora vado su Flaticon. Ci sono altri siti che fanno lo stesso, ma Falticon è veloce, essenziale e non nasconde pop up o pubblicità in modo eccessivamente turbolento. La scelta è sempre ampia e raramente resto insoddisfatto.

Libri / Audiolibri

Può sembrare banale o scontato, ma i libri o gli audiolibri sono una parte integrante e fondamentale del mio “fare business”. Più che libri di letteratura in questo caso intendo libri di divulgazione chiaramente, come potrebbe essere la mia guida Instagram per Architetti. Grazie a questi momenti di approfondimento riesco a riflettere e trarre ispirazione, per poi cercare di spingermi sempre più in la in tutto ciò che faccio. Leggere è fondamentale per crescere.

Notion

La prima versione di questo post è stata scritta su Notion. In precedenza usavo Evernote, che è uno strumento bellissimo e utilissimo anch’esso, ma ultimamente mi sono trasferito perchè su Notion riesco ad organizzare meglio tutte le mie note grazie alla navigazione a tendina che offre nel suo menu. Si tratta di uno strumento, scaricabile su ogni device, che permette di accedere alle proprie note salvate in cloud. Qui puoi organizzarti post o quant’altro in modo comodo, veloce e semplice.

Google Docs / Sheets

Quando non si tratta di documenti personali, ma di fogli di lavoro che devono essere condivisi o modificati contemporaneamente da più persone, allora faccio uso ancora una volta di Google. Nello specifico di Google Docs e di Google Sheets. L’equivalente di word e di excel ma online, gratuito e accessibile da remoto e da chiunque abbia gli accessi. Anche Microsoft (e altri) ha delle funzioni simili, ma la comodità, l’efficienza e la qualità del servizio di Google è assolutamente migliore.

Whimsical / Miro

Diciamo che non li uso spessissimo, ma quando mi capita di farlo, questi strumenti che mi aiutano a creare delle mappe mentali grafiche e condivisibili sono sicuramente di grande aiuto. Comunicare le cose visivamente è sempre una buona idea.

Mailchimp

Le newsletter sono uno strumento preziosissimo e potentissimo qualsiasi sia il vostro business. Gestire le proprie comunicazioni da Mailchimp è facile e alla portata di tutti. Ci si può dedicare ai contenuti e alla programmazione, Mailchimp penserà a tutto il resto in un modo sempre comprensibile e immediato.

Slack

Se devo lavorare in team (più di 2 persone) su un progetto, allora la mia preferenza va in assoluto su Slack. App per messaggiare e collaborare in gruppo. Purtroppo sono costretto ad usare Microsoft Teams il più delle volte e la differenza abissale tra i due, in quanto a funzionalità e flessibilità d’uso, è a dir poco imbarazzante credimi.

Amazon

Purtroppo ha sconvolto la vita di molti piccoli imprenditori (pensiamo alle vecchie librerie di paese), ma ha anche rivoluzionato la vita e il business di altrettanti (se non di più) nuovi imprenditori digitali e non. Oltre a questo Amazon è sicuramente un affidabile punto di riferimento per andare alla ricerca di risorse (libri e strumenti) per il proprio business.

Revolut

Che piaccia o no nella vita bisogna anche fare i conti economici ogni tanto. E nel caso di business che si affacciano anche sul digitale spesso capita anche di fare pagamenti online e molto altro. In tutto questo, e anche in molto altro, Revolut è una banca online incredibilmente efficace in tutto. Non la cambierei mai (per adesso).

Google Analytics

Ancora una volta torniamo a Google, compagno imprescindibile delle mia attività (non ho citato Gmail e Youtube in questa lista, ma sono assolutamente essenziali anche loro). Analytics mi permette di vedere come stanno andando le cose su quello che dovrebbe essere il centro di ogni attività, almeno nella maggior parte dei casi, ovvero il sito web. Vedere quanti visitatori stanno leggendo i miei contenuti mi da una metrica per valutare il mio lavoro, mi da soddisfazioni e mi sprona anche a fare sempre meglio.

Condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
LucaOnniboni

LucaOnniboni

Laureato in Architettura Ambientale ed esperto in comunicazione digitale. Oltre che di Marketing For Architects, è fondatore di Archiobjects e Objects., due riviste online dedicate al mondo dell'architettura/design e della cultura contemporanea.

Related Posts