Branding per studi di Architettura e Design

Avere una strategia di branding per il proprio studio di architettura non è assolutamente una cosa scontata, eppure è un aspetto molto importante. Sia a livello personale, sia a livello aziendale.

In questo post ti andrò a parlare di alcuni concetti legati a questo tema e insieme vedremo come collegarlo ad architetti e designer.

Quando si parla di curare il branding del tuo studio di architettura hai due possibilità. Lasciarlo a se stesso – e continuare a dedicarti esclusivamente alle attività di gestione e progettazione – oppure puoi curarlo, puoi prendertene cura e rendere il tuo brand sempre più efficace.

Fare Branding significa sfruttare tecniche di marketing e comunicazione volte ad aumentare il valore percepito di un prodotto, un brand, uno studio o una compagnia.

Nel nostro caso, fare branding per uno studio di architettura o design significa farne percepire il valore ancora prima di mostrare la brochure o il sito agli incontri. Significa comunicare in modo da far passare concetti e valori che migliorano l’idea che gli altri hanno della nostra realtà.

Nulla ti vieta di fare come se niente fosse, e in questo caso potrai comunque riuscire a fare al meglio il tuo lavoro.

Ma se credi che la seconda strada sia la preferibile e sia anche quella che a lungo termine potrebbe portarti numerosi benefici, anche in termini economici, allora continua a leggere questo post, perchè ti spiegherò come promuovere il brand del tuo studio di architettura. 

Ma cos’è il brand? 

Qualsiasi realtà, prima ancora di progettare o produrre beni/servizi, produce idee e storie. Questa narrazione, anche indiretta e talvolta intangibile, forma un immaginario, il quale viene identificato con il termine inglese Brand. 

Il brand quindi non è il risultato, il prodotto finale, ma la sua idea. Il brand fa comparire tutte le attività, tutti i processi e tutti i servizi del tuo studio sotto un’unica identità visuale e ideologica.

La parola brand deriva dal termine Francone Brennan che significa “bruciare”, e fa riferimento alla vecchissima pratica di marchiare a fuoco il bestiame per sancirne la proprietà. 
Oggi significa ancora questo per certi aspetti, ma nel tempo ha certamente assunto numerose altre sfumature. 

Ci sono grandi architetti che non hanno una strategia di Branding?

Tutti i grandi studi hanno un loro nome ben definito nelle nostre menti e ciascuno di loro ci comunica a primo impatto una serie di valori e di informazioni.

Se pensiamo a Zaha Hadid ci viene in mente probabilmente un’architettura parametrica decisamente contemporanea con l’utilizzo di materiali e tecnologie all’avanguardia.

Se pensiamo a Renzo Piano ci viene in mente la tecnologia, se citiamo Sanaa il minimalismo tipico giapponese, oppure Ghery, e subito pensiamo a cose accartoc… ad esplosioni di creatività.

Tutti loro hanno un’idea abbastanza definita di architettura.

Un’idea che noi conosciamo e che li rende ciascuno diverso dall’altro e ciascuno caratterizzato da una serie di valori positivi intrinsechi.

personal branding

Persino gli architetti come Peter Zumthor, che sembra non essere interessato minimamente alla comunicazione – tanto da non avere neppure un proprio sito – ha curato, o ha visto curare (indirettamente) il suo brand nel tempo attraverso scritti, interviste e articoli vari apparsi su altre testate. 

Quindi curare la propria immagine non significa per forza dove aprire un account sui social media o avere un sito bellissimo o scrivere contenuti sul proprio blog. Significa comunicare, in qualunque forma e attraverso qualsiasi mezzo, i propri valori. 

Da dove partire per promuovere il brand di uno studio?

Ovviamente all’inizio è difficile far parlare di se, ma la prima cosa che dovresti fare per partire è curare tu stesso il tuo brand e quello del tuo studio, poi potresti provare a farti conoscere e a farti pubblicare attraverso questo digital PR kit for architects (in progress) – un pacchetto che ti mette nelle mani tutti gli strumenti per fare fin da subito digital pr senza ricorrere a delle dispendiose agenzie.

Strategie di marketing e comunicazione

Infine potresti guardare più a lungo termine e farti strada tu stesso attraverso una buona strategia di comunicazione.


Spero di averti dato almeno una visione d’insieme su questi concetti e sulla possibilità di studiare una strategia di branding per il tuo studio.

Questo post, come altri su Marketing for Architects, è in costante aggiornamento, anche per via della natura molto ampia dell’argomento, torna quindi a trovarci!

Condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
LucaOnniboni

LucaOnniboni

Laureato in Architettura Ambientale ed esperto in comunicazione digitale. Oltre che di Marketing For Architects, è fondatore di Archiobjects e Objects., due riviste online dedicate al mondo dell'architettura/design e della cultura contemporanea.

Related Posts