I migliori modi per guadagnare da architetto freelance

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
architetto freelance

Sei un architetto freelance? Uno studente di architettura o un giovane talento che vuole avviare il proprio business nei panni di un designer freelance?

In questo articolo scoprirai che – se lo vorrai veramente e impiegherai buona parte del tuo tempo libero – allora potrai sfruttare fin da subito le tue abilità maturate per incominciare a guadagnare indipendentemente da un posto di lavoro tradizionale in uno studio.

Non sto neanche a raccontarti tutti i possibili vantaggi che derivano dall’avviare una sana carriera da architetti freelance (a supporto o a completa sostituzione della vita in studio) . Se stai leggendo queste righe significa che hai già le idee abbastanza chiare e magari ti stai semplicemente chiedendo se vale la pena provarci.

produttività architetti

Se trovare un lavoro tradizionale in un qualche ufficio o studio può essere complicato, e talvolta fastidioso, frustrante e demotivante, il web ci mette a disposizione un mare di opportunità. Talvolta ben più democratiche anche. Dove il migliore vince sempre. Quindi quello che ti serve è solo duro lavoro e coraggio.

Ascolta l’episodio il Podcast dedicato a questo articolo!

Anche su Apple Podcast, Breaker, Google Podcast e sulle altre principali piattaforme.

Indice dei contenuti

Il web è pieno di lavori per un architetto freelance

Se hai studiato Architettura probabilmente sarai bravissimo nel disegno CAD, nella modellazione 3D, nella grafica e/o in una serie di altri campi… Oltre alle tue abilità hai anche buon gusto, e non è una cosa scontata. Tutte queste tue abilità possono portarti lontano se vuoi. Valgono molto e non dovrebbero essere barattate con bassi stipendi ad alto tasso di sfruttamento in qualche piccolo o grande studio.

Grazie a internet siamo potenzialmente in grado di lavorare comodamente dalla nostra scrivania e di presentare noi stessi al mondo intero in molti modi. Qui di seguito ti elenco qualche sito che può aiutarti ad incominciare a guadagnare qualche extra mentre studi, oppure, perchè no, ad incominciare un nuovo lavoro in autonomia.

Prima di iniziare ti do gli ultimi due consigli. Leggi anche il post “Promuovere se stessi come architetti e designer e “Come aumentare la produttività“. Perché se vuoi fare l’architetto freelance è molto utile curare il tuo personal branding ed essere sempre concentrati al massimo.

Come curare la propria immagine? Scoprilo in questo post di approfondimento

Infine considera che il tuo tempo, come quello di tutti, è limitato. Cerca di sfruttarlo al meglio. Qui sotto ho fatto una piccola infografica per mostrarti quali sono, a mio parere, le piattaforme su cui dovreti investire la maggior parte del tuo tempo. Come vedi, la fetta più importante ce l’hanno Go Pillar e Houzz. Tienilo presente.

architetto freelance

Ultimissima cosa prima di partire: se mai intraprenderai la strada da architetto freelance, ti capiterà sicuramente di dover svolgere i compiti e le mansioni più disparate. Dalla gestione della fatturazione al rapporto con i clienti, ma anche a tutta un’altra serie di attività organizzative e collaterali. Non dimenticarti che potrebbero esserci degli strumenti pensati apposta per aiutarti a gestire il tuo business. Leggi questo post per scoprirli e annotarti i migliori!

Risorse online Architetti

I principali modi e canali per guadagnare da architetto freelance

GoPillar

Go Pillar è forse l’invenzione migliore per ogni architetto. Una piattaforma aperta e meritocratica dove è possibile fare esperienza e partecipare a piccole competizioni. Ovviamente con premi in denaro. Si tratta di una community che sta ormai prendendo piede in ogni parte del mondo che attualmente ospita decine di migliaia di architetti e designer.

Come funziona?
Chiunque può diventare committente, persone da tutto il mondo sottopongono le loro esigenze progettuali e chiedono ai progettisti di “sfidarsi” per fornire loro idee e soluzioni. Una volta chiuso il concorso il committente sceglie il vincitore e paga una cospicuo rimborso – che varia a seconda della tipologia di lavoro richiesta – dalla semplice pianta alla vista 3d con render.

Piattaforme di Architettura

Scopri quali sono i siti che le persone utilizzano per cercare un architetto online e fatti trovare. Ovviamente dovrai curare la tua presentazione e capire quale tra queste è quella più adatta a te e ai servizi che vorresti offrire. Scopri qui le principali piattaforme per trovare architetti online (o farsi trovare).

Trovare Architetto online
La lista dei principali siti dove è possibile trovare architetti online

Trova clienti su Houzz

Tra le varie piattaforme professionali che puoi vedere in questo post, Houzz è probabilmente una tra le più diffuse e conosciute, se si parla di architettura e interni. Una piattaforma che offre tre servizi diversi agli utenti. Si può scoprire idee di design per la casa, navigando tra più di 10 milioni di foto, trovare altri professionisti o altri architetti freelance come te in cerca di collaborazioni (ed è quello che più ci interessa) o fare acquisti nel negozio digitale.

Utilizzare Houzz per Architetti
In questo post ti racconto alcuni consigli per ottenere successo su Houzz.

Come funziona?
È possibile accedere e creare una pagina personale della vostra azienda – qui un esempio – (sia che tu sia da solo o all’interno di un team), dove potrai presentarti attraverso il tuo portfolio di progetti (realizzati e non) e fornire tutte le informazioni necessarie per conoscerti e contattarti. Una volta creato il tuo profilo, che verrà indicizzato in base alla posizione geografica, il posizionamente varierà sulla base dei commenti e delle valutazioni dei clienti che hanno lavorato con te. Una piattaforma davvero eccellente per un architetto freelance.

Siti per collaborazioni Freelance

Fatti trovare in una o più di queste piattaforme che raccolgono freelance di ogni tipo, tra cui spesso e volentieri anche Architetti o Designer:


Come funziona?
Crea un profilo, completalo con le tue capacità, con un bio acuta e onesta e con la tua migliore immagine del profilo. Infine fissa la tua tariffa oraria. Se farai sempre un buon lavoro, otterrai solo recensioni positive e potrai posizionarti sempre meglio tra le ricerche. Non dimenticare che la tua pagina su una di queste piattaforme (o anche tutte) può diventare una buona pagina di destinazione per tutti i tuoi potenziali clienti. Potresti per esempio riportarla nel tuo profilo LinkedIn, o in Twitter o Facebook – e addirittura fare a meno di un sito personale.

Shapeways

Shapeways è l’e-commerce del 3D. Sia che siate modellatori digitali, sia che abbiate a disposizione una stampante 3D, qui potrete trovare terreno fertile per le vostre passioni. Si tratta di una grande community dove i designer sono liberi di vendere le proprie creazioni e i clienti sono liberi di comprarle. Shapeways entra in gioco nella creazione dei prodotti e nella loro spedizione. Questo servizio mette a sistema una rete di stampanti 3d e le sfrutta per creare oggetti incredibili e molto interessanti.

Come funziona?
Utilizzando dei software di modellazione 3D per le stampanti 3D, chiunque può diventare designer e pubblicare i propri progetti senza alcuna spesa e senza nessun contratto con alcuna casa di produzione. Alcuni parlano di terza rivoluzione industriale citando l’avvento del 3D Printing; in questo caso ci sentiamo di appoggiare questa definizione. Se siete bravi e i vostri prodotti funzionano, allora verranno comprati e realizzati senza che voi dobbiate preoccuparvi di nulla.

Crea uno shop online

Se siete creativi e avete uno spiccato senso imprenditoriale, allora potreste pensare al commercio e alla vendita online delle T-shirt per esempio. Se avete abilità nell’utilizzo di programmi di grafica, allora tutto ciò di cui avete bisogno è un po di tempo per creare le vostre illustrazioni/scritte/foto da stampare sulle magliette. Il passo successivo sarà quello di occuparsi degli incassi e delle spedizioni. Le magliette sono solo un esempio. Ovviamente puoi vendere qualsiasi cosa.

Come funziona?
Con tanta buona volontà potrete ideare le vostre magliette e presentarle al web in un modo semplice e originale tramite l’utilizzo di file mockup – in questo modo potrete incominciare a venderle anche senza averle stampate e quindi senza incorrere in costi iniziali che per timore non vorreste avere. Oovviamente dopo il primo ordine dovrete correre a stamparle – è utile quindi avere già in mente tutta la filiera produttiva fino alla spedizione, (anche per stabilire il prezzo). Per venderle avrete sicuramente bisogno di una piattaforma. Che sia il vostro sito, con Woocommerce nel caso di WordPress, oppure una delle tante validissime alternative come shopify o big cartel.

mock up gratuiti

Vendi prodotti digitali

Vendere prodotti digitali è estremamente più semplice di vendere prodotti fisici. Per farlo ti basta un link e una procedura di pagamenti sicura. Che sia una guida in PDF o una fotografia, se non vuoi appoggiarti ad una piattaforma esterna (come in altri punti di questo post), ma venderli direttamente, allora ti consiglio la lettura di questo post, dove troverai le migliori alternative.

Ricordati che in questi casi occorre avere un blog, un sito o anche solo dei profili social in cui promuovere i tuoi prodotti.

Pubblica un E-book

architetto freelance

Vendere E-book al giorno d’oggi è tanto semplice quanto acquistarli, i siti online che offrono questo genere di servizio ormai sono moltissimi. Tra questi, quello che offre il bacino potenziale più ampio, c’è sicuramente Amazon. Il punto è ancora una volta avere qualcosa da dire e dirlo nel modo migliore.

Come funziona?
Non è importante se non siete grandi scrittori o se non avete mai scritto un libro. Qui non si parla di Romanzi o Gialli, perlomeno non solo di quello. Potreste vendere guide, manuali o piccoli racconti. Insomma, l’e-book è il giusto mezzo per fissare le vostre passioni o le vostre conoscenze e metterle a disposizione del web. Importante è sicuramente la grafica, a cui dovrete dedicare particolare cura. L’importante è sicuramente avere cura dei materiali che si propongono. L’attenzione ai dettagli non è mai troppa.

Vendi le tue fotografie online (o video)

Se sei un buon fotografo o un video maker puoi preservare i tuoi migliori scatti per venderli su una delle numerose piattaforme dedicate che permettono a chiunque di aprire un proprio profilo e incominciare a vendere le proprie fotografie. Qualche esempio? Qui di seguito:


Come funziona?
Se sei un ottimo fotografo allora qui potrai trovare una community che ha la tua stessa passione e confrontarti attraverso vari temi. Il copyright è sempre rispettato ed è un ottimo biglietto da visita per incominciare a vendere le tue fotografie.

Vendi le tue grafiche online

Freepik

Così come per le fotografie e per i video, esistono numerosissime piattaforme online per il commercio di grafiche, vettoriali e altri contenuti digitali. Oltre ad essere un’inesauribile fonte di materiale per grafici, architetti o designer è anche un potentissimo strumento da poter sfruttare per mettersi in mostra e vendere i frutti delle proprie capacità. Ecco un paio di esempi:


Come funziona?
Chiunque può diventare un autore e mettere in vendita le sue creazioni. Quello che occorre è essere bravi in qualcosa. Essere originali e riuscire a farsi notare.

Kickstarter e Indiegogo

Da queste piattaforme provengono i progetti più innovativi e più incredibili degli ultimi tempi. Ormai conosciute più o meno da tutti, Kickstarter e Indiegogo sono i principali siti che ospitano idee e progetti da finanziare collettivamente. Le persone amano la creatività e i progetti visionari.

Come funziona?
Se avete una grande idea, anche molto grande, ma non avete abbastanza fondi per sostenerla, allora non dovrete far altro che realizzare un video di presentazione, fissare un target e lanciare la vostra campagna. Se gli utenti crederanno in voi e nel vostro progetto, allora potrete lavorare sodo per realizzarlo e ripagare così la loro fiducia.

Apri un blog

I blog personali e i siti in generale possono regalare molte soddisfazioni. Tra cui dei discreti guadagni. Certo in questo caso ci vuole un progetto ben saldo e il tempo da dedicarci è forse molto più cospicuo rispetto agli altri casi in questa lista. Però, un blog o un sito può essere a prescindere una buona base da cui far partire tutto il resto

Come funziona?
WordPress, blogger o tumblr. sono le principali piattaforme con cui è possibile creare siti online. Tuttavia ce ne sono molti altri – qui te ne elenco qualcuno – ma personalmente consiglio i primi. Per aprire un blog occorre avere in mente il motivo per cui lo si fa e la strategia con la quale si vuole farlo crescere e sfruttare. Occorre inoltre immaginarsi cosa potervi scrivere e avere una grande passione per la comunicazione digitale.

Partecipa a dei concorsi

Non è proprio il consiglio migliore da dare ad un singolo architetto freelance, perdipiù se giovane e con poca esperienza, però spesso i concorsi sono aperti o dedicati anche ai più giovani e se ne trovano molti ad una portata accessibile. Possono essere il punto di partenza per l’inzio di una grande carriera, o perlomeno una vetrina in cui farsi conoscere. Leggi questo post se sei interessato.

Concorsi di architettura
Concorsi per architetti, 8 consigli e i migliori siti dove trovarli

Come funziona?
Immagino che tutti sappiano come funziona. Ci vuole molta dedizione, molto tempo e molte qualità. Ma sicuramente è il punto più interessante e più vicino alla figura dell’architetto freelance di questa lista. Bisogna provarci almeno. E non deprimerti se non li vinci, persino Le Corbusier scriveva che di concorsi se ne vince 1 ogni 10 che si prova. Le Corbusier, si.

Crea un corso online

Creare un corso online è probabilmente tra le cose più impegnative che potresti fare (perlomeno in riferimento agli altri punti di questa lista). Farlo però potrà portarti un reddito passivo, ma anche una rete di relazioni molto importante.

Il processo di realizzazione varia da piattaforma in piattaforma, e molto dipende anche da quello che hai in mente e dalla tipologia di contenuto che vuoi insegnare. Il mio consiglio, se sei interessato a questa strada, è quello di incominciare a familiarizzare con le più importanti piattaforme di e-learning. Piattaforme nelle quali potresti pubblicare tu stesso il tuo corso.

Migliori corsi online
I migliori siti di corsi online

Spero di averti offerto alcuni spunti interessanti su cui riflettere. Se hai dei dubbi, o se vuoi suggerire altri modi per guadagnare da architetto freelance, non esitare a scrivere nei commenti!

Condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
LucaOnniboni

LucaOnniboni

Laureato in Architettura Ambientale ed esperto in comunicazione digitale. Oltre che di Marketing For Architects, è fondatore di Archiobjects e Objects., due riviste online dedicate al mondo dell'architettura/design e della cultura contemporanea.