Perchè e come aprire un blog di architettura o design

aprire un blog di architettura

In questo post ti spiegherò perchè vale la pena aprire un blog di architettura o design per il tuo studio e quali sono i benefici in termini di visite e autorevolezza che otterrai.

Inoltre ti illustrerò anche come fare, attraverso dieci diverse piattaforme e diverse modalità, come potrai aprire il tuo blog in semplici passaggi e incominciare ad elaborare la tua strategia sui contenuti. 

Forse ti sarà già passato per la mente di aprire il blog del tuo studio, ti hanno detto o avrai sentito che è possibile ottenere visibilità, migliorare la propria immagine e addirittura attirare nuovi clienti per il tuo business

Quello che ti hanno detto è tutto vero e tutto falso.

E’ vero che se avrai il tuo media proprietario, il tuo blog, sarai in grado di stabilire di quali contenuti parlare e di come farlo. Potrai insistere sul campo d’azione del tuo studio e dei tuoi progetti, così da attirare su di te della sana cuorisità da parte di un pubblico più o meno definito (possibili clienti compresi).

Ma è anche vero che se non avrai le idee chiare, un piano editoriale solido e un po’ di tempo da dedicarci, allora rimarrà soltanto una bella idea che non porterà a nulla. 

Ti dirò tante cose in questo articolo, ma prima di tutto voglio dirti che quello che dicono – a patto che investirai parte del tuo tempo e delle tue energie mentali – è tutto vero.

Scoprirai quali sono le valide ragioni per aprire il blog del tuo studio di architettura, ma anche quelli che sono i principali ostacoli. 

Essenziale è capire in anticipo quali sono le tue esigenze e provare a chiederti se fa per te. 

Perché aprire un blog di architettura? 11 motivi

Tra i tanti investimenti a lungo termine che si possono fare nella vita e nella comunicazione, quello di avviare un blog è sicuramente uno dei più promettenti.

Le potenzialità e il possibile ritorno è davvero eccezionale, da più punti di vista, ma è indubbio che la partita si gioca nel corso dei mesi/anni. E’ molto difficile ottenere risultati in settimane quando si parla di Blog.

Difficile. Non impossibile. 

“I contenuti di valore, i consigli utili, le guide pratiche sono ormai i migliori prodotti che fanno girare l’economia del web.

Dario Vignali

Qui di seguito ti elenco alcune ragioni che dovrebbero spingerti a correre “il rischio” di avviare questo potente strumento di comunicazione per il tuo studio. 

1. Intercetta le ricerche web pertinenti ai servizi che offre il tuo studio

Come farsi trovare su Google

Fatti trovare tra i primi risultati delle pagine dei motori di ricerca. Per esempio se qualcuno cerca “Ristrutturare case in pietra” e tu sei un esperto in quel campo, allora dovresti creare contenuti che vanno in questa direzione fornendo idee, trucchi e ispirazione. 

2. Stringi relazioni con brand e fornitori offrendogli uno spazio sul tuo blog

Uno dei modi in cui indirettamente si può sfruttare un blog aziendale a proprio vantaggio.

3. Coinvolgi il tuo team attraverso interviste o contenuti di valore

Employee Advocacy

Potresti far diventare i membri del tuo tem dei veri e propri ambassadors del brand. Potrai così arrivare a comunicare ben oltre i canali tradizionali e ufficiali.

4. Racconta approfonditamente il tuo miglior progetto

5. Condividi direttamente news, inaugurazioni o annunci 

6. Racconta come hai sviluppato il concept del tuo ultimo concorso

Non tutti i concorsi persi sono stati inutili. Potrai raccontare più appronditamente il concept e i dietro le quinte. Leggi questo post se invece vuoi saperne di più sui concorsi per architetti.

7. Sfrutta l’occasione per avviare anche un podcast

Podcast di architettura

I podcast sono uno strumento estremamente versatile, potente, e che richiede poco tempo per essere implementato.

8. Condividi ciò che ti ispira e ispira gli altri

9. Fai parlare i tuoi esperti e aumenta la tua autorevolezza

10. Celebra o commenta le tue passioni e i tuoi interessi

11. Aumenta gli iscritti alla tua newsletter 

Hai appena letto 11 motivi per cui vale la pena aprire un blot per il tuo studio di architettura o design. Che tu sia convinto o meno del perchè, continua a leggere per capire il come!

Come aprire un blog di architettura? La lista delle migliori piattaforme di blogging

Le modalità per aprire un blog sono molteplici e – se le dinamiche di pubblicazione e di editing sono uguali per tutti – l’impostazione del blog può essere un po’ più delicata.

Qui di seguito però ti elenco le migliori possibilità che hai per aprire il tuo blog. Dipende tutto da te la scelta. La maggior parte di esse sono gratuite.

La sezione news/blog del tuo sito attuale

Per molti questa è la migliore opzione da considerare, e anche io sono abbastanza favorevole, a patto che il tuo sito offra un buon cms e un’esperienza piacevole per gli utenti. Spesso questa strada è però subordinata dall’intervento di un web designer che verosimilmente si farà pagare per integrare questa sezione sul tuo sito (se non è già presente). In questi casi devi valutare attentamente se vale la pena o se piuttosto la strada migliore è una delle prossime. 

Sicuramente questa prima scelta ha il vantaggio di contribuire all’autorevolezza generale del tuo sito. Infatti, se attraverso i tuoi post attirerai visitatori sul tuo sito web, sarà più facile che questi visiteranno anche altre pagine.

Medium

medium

Medium è la piattaforma di blogging di Twitter. Quasi senza dubbio è la più bella opzione della lista e offre a chiunque la possibilità di pubblicare post in modo semplice ed estremamente efficace visivamente. 

WordPress.org

wordpress.org

L’opzione wordpress è da intraprendere se volete realizzare un sito ad hoc per ospitare il vostro blog.

creare un sito web

E’ sicuramente la scelta più ambiziosa della lista, ma è anche quella più impegnativa. Il mio suggerimento è quello di partire da una delle altre opzioni della lista e poi valutare in una fase successiva un sito fatto su misura.

WordPress.com

wordpress.com

A differenza di WordPress.org, in questo caso si ha a disposizione una piattaforma molto più semplice da usare anche per chi non ha alcuna esperienza. “WordPress.com ti offre tutto il necessario per dare vita al tuo progetto. È flessibile, sicuro e potente: ed è questo che vuoi per la tua attività.”

Squarespace

squarespace blog

Squarespace, al pari di Wix, è un site builder basato sulla composizione visuale drag&drop, quindi molto semplice da usare, che, sottoscrivendo un abbonamento mensile o annuale, ti fornisce tutto il necessario per realizzare il tuo sito o blog. Squarespace è una piattaforma completa, quindi anche in questo caso, come in WordPress, il mio consiglio è di tenerlo in considerazione per una fase successiva o nel caso che vogliate intervenire sul vostro sito per un generale rinnovo. 

Wix

wix blog

Lo stesso di squarespace, ma con un’altra piattaforma. Entrambe ospitano anche la possibilità di integrare un ecommerce. Nel caso di studi di design o prodotto è una caratteristica da non sottovalutare minimamente. 

Tumblr

tumblr blog

Tumblr è una piattaforma social totalmente gratuita dalle molteplici funzionalità. Una tra tutte è sicuramente quella del blogging. Qui potrete infatti aprire il vostro blog e avrete anche una alta dose di possibilità di personalizzazione.

Blogger

blogger blog

E’ forse la piattaforma di blogging più diffusa e una tra quelle più semplici da avviare e usare. Io stesso usai Blogger per aprire il mio primissimo blog e scrivere i primi articoli. Per iniziare va più che bene, ma con il tempo soffrirete delle sue limitazioni in termini estetici e di interfaccia. 

Ghost

ghost blog

Un sito dedicato espressamente a coloro che vogliono scrivere contenuti sul web. Come Medium, anche in questo caso si avrà una piattaforma fatta apposta e quindi bellissima. Ghost però è a pagamento, ma a differenza di Medium, qui avrai a disposizione una serie di funzionalità aggiuntive che potrai sfruttare per la tua comunicazione. 

Usa i Social!

Chi l’ha detto che serve una pagina web per scrivere e condividere contenuti? Sempre più persone oggi usano direttamente i social, Facebook e Instagram tra tutti, per offrire i propri contenuti di valore.

Questa potrebbe essere la soluzione migliore se non avete voglia di impegnarvi nell’apertura di un blog o se volete lasciare fruttare al massimo ogni vostro sforzo esclusivamente all’interno dei vostri profili. In questi casi una buona idea è comunque quella di accompagnare questa attività sui social con una newsletter. 

Quali sono gli ostacoli principali?

Richiede molto impegno all’inizio. Non ci sono scorciatoie. Soprattutto se non sei abituato a scrivere, ti troverai più volte a chiederti come è possibile metterci tutto quel tempo per scrivere poche righe di un singolo post. Ma te lo assicuro, con il tempo cambia molto e tutto sarà più semplice e veloce.

Inoltre, considera sempre che anche se ci metti tanto a scrivere un post, i tuoi sforzi saranno ripagati nel tempo. Infatti, una volta pubblicato e messo in circolo, il tuo post continuerà verosimilmente ad essere letto nelle settimane, nei mesi, negli anni avvenire. 

Come scegliere gli argomenti di cui parlare sul tuo blog?

Come trovare l’ispirazione per scrivere il tuo prossimo post? Gli spunti sono innumerevoli e molto spesso tu sei il primo che può crearli.

Il web esplode di contenuti e notizie, ogni giorno viene inondato di migliaia e migliai di nuove pagine e perdersi in questo mare è semplice. 

Prima di scegliere l’argomento di cui si vuole parlare sarebbe opportuno fare qualche riflessione, il nostro tempo è prezioso e soprattutto molto scarso nella maggior parte dei casi. E’ quindi fondamentale impegnarlo nel migliore dei modi.

Se per esempio voglio parlare di un certo argomento, prima di buttarmi a scrivere devo innanzitutto pensare al mio target di riferimento, ma devo pensare anche a:

  • Il mio argomento interessa effettivamente alle persone? (Essenzialmente dobbiamo immaginarci quale insieme di persone può trovarsi interessata a quello che stiamo per scrivere. Questo insieme potrebbero essere anche solo i nostri conoscenti, non è importante il numero, è importante comprendere a chi ci rivolgiamo)
  • Voglio scrivere di un certo argomento perchè voglio che il mio brand – o la mia persona – vi sia associata?
  • Voglio cercare di trasmettere un messaggio che secondo me è giusto?

Che sia una di queste ragioni, o un’altra che vi salta in mente, compiere questo primo passaggio aiuta sicuramente a non “andare fuori tema”.

Per esperienza vi posso dire che a volte può capitare di cimentarsi in post senza via d’uscita, l’unica cosa da fare nel momento in cui ci si accorge che stiamo scrivendo qualcosa che interessa solo a noi stessi è ripartire reinterpretando o cambiando totalmente l’argomento.

Fare un passo indietro per farne poi due in avanti. 

La cosa più importante è pensare sempre al tuo target, postare sempre contenuti il più possibile originali e piuttosto che forzarsi nella scrittura di un post originale al 100% (magari non si ha tempo o non si ha l’ispirazione in quel momento), considerare sempre di riportare – commentandolo e aggiungendo qualcosa di originale – un articolo di altri. 

Spero che questo post sul perchè e come aprire un blog di architettura o design sia per te utile e possa esserti di ispirazione per inaugurare il tuo blog. Se hai qualche domanda non esitare a scriverla nei commenti!

Condividi!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
LucaOnniboni

LucaOnniboni

Laureato in Architettura Ambientale ed esperto in comunicazione digitale. Oltre che di Marketing For Architects, è fondatore di Archiobjects e Objects., due riviste online dedicate al mondo dell'architettura/design e della cultura contemporanea.
Podcast comunicazione architettura e design

Related Posts

Studi Architettura Roma

I principali studi di architettura a Roma (30+) – Tutti i contatti

Quali sono i principali studi di architettura a Roma?  Con chi collaborare, a chi proporre i propri prodotti e a chi inviare il proprio CV? Dopo aver realizzato la lista dei più autorevoli studi di Milano, in quest’altra lista, ti elencherò i migliori studi di architettura di

7 App per imparare le lingue online

Conoscere altre lingue oltre la propria è qualcosa che sta diventando sempre più comune e sempre meno “straordinaria”. Se si vuole lavorare all’estero, o collaborare